12-11-2009: Via dei Gordiani, conclusa l’occupazione. Centinaia di rom tornano per strada dopo l’ennesimo sgombero insensato

Roma, 12 novembre 2009 – Si fa ancora più critica la situazione dei rom e delle romnì sgomberati ieri dal campo di via di Centocelle. Questa mattina agenti della Polizia e dei Carabinieri hanno fatto irruzione nello stabile ex Heineken, dove alcune delle famiglie sgomberate avevano trovato rifugio per la notte. Le forze dell’ordine hanno concesso l’ingresso nell’edificio unicamente agli operatori dei servizi sociali del Comune di Roma, che hanno offerto ai rom presenti il rimpatrio assistito. Popica Onlus, che da oltre un anno ha intrapreso con i rom di Centocelle un programma di integrazione basato sul rispetto della legalità e la scolarizzazione dei minori, aveva chiesto di prender parte alle trattative attraverso un proprio operatore in veste di traduttore. Ciò non è stato possibile – giornalisti e associazioni sono stati tenuti fuori dall’edificio – e l’unica concessione ottenuta è stata quella di far entrare un traduttore del Comune di Roma. Intimoriti, alcuni rom hanno accettato di firmare il documento per il rientro in Romania e sono stati fatti salire su un pullmann, che rappresentanti delle associazioni, insegnanti delle scuole frequentate dai rom e privati cittadini hanno cercato di fermare attuando una forma di resistenza passiva. Popica Onlus può affermare che non erano presenti «rappresentanti dei centri sociali» che avrebbero esercitato forme di «pressione politica» sui rom e sulle istituzioni, come affermato dal sindaco Alemanno. Allo stesso tempo, Popica sottolinea il prezioso ruolo di mediazione svolto dal VI Municipio e sottopone all’attenzione pubblica la situazione drammatica che stanno vivendo in queste ore i rom che non hanno accettato il rimpatrio e che di fatto in questo momento sono sulla strada, senza un tetto sulla testa. Popica onlus esprime la propria solidarietà alle rom e alle romnì di Centocelle, promettendo che continuerà a lottare al loro fianco per il riconoscimento del diritto a condizioni di vita umane e che non smetterà di denunciare l’assoluta inadeguatezza delle politiche messe in atto dal Comune di Roma e dalla Prefettura per la gestione delle problematiche legate al popolo rom e all’accoglienza dei migranti. Popica Onlus sarà presente domani alle ore 12.30 in VII Municipio, per conoscere dalle autorità come intendono affrontare l’emergenza dei rom di Centocelle dopo averli messi sulla strada con lo sgombero di mercoledì scorso senza aver individuato una soluzione abitativa alternativa.

POPICA ONLUS