22-6-2009: incontro con il Prefetto Pecoraro

Oggi, 22 Giugno 2009, come precedentemente annunciato, si è svolto l’incontro in Prefettura per avviare un ragionamento generale sull’accoglienza e sulle richieste sollevate dopo l’occupazione di via dei Gordiani. Oltre al Prefetto e due sue collaboratrici, era presente una delegazione di rappresentanti dei Rom e delle Romnì di Via di Centocelle, dei Blocchi Precari Metropolitani e dell’Associazione Popica onlus. Il Prefetto ha dato garanzia che ogni operazione di sgombero dell’insediamento di Via di Centocelle è sospesa fino a che non emerga una soluzione abitativa alternativa. Nel frattempo si è fatto carico di procedere alla richiesta di generatori elettrici e di inoltrare la domanda per la riapertura della fontanella del Parco di Centocelle attualmente chiusa, oltre a confermare gli impegni già precedentemente assunti per rendere sostenibile la momentanea collocazione (WC chimici, cisterna d’acqua potabile, derattizzazione, bonifica del territorio e installazione dei cassonetti dell’immondizia).
Il Prefetto ha inoltre dichiarato di non essere stato direttamente responsabile di interventi dei militari negli insediamenti Rom della Capitale.
Nell’apprezzare la volontà della Prefettura di ricercare una soluzione condivisa alla condizione della comunità Rom di Via di Centocelle, ribadiamo la nostra assoluta contrarietà alla politica dei campi nomadi che anziché garantire il Diritto alla casa, rimangono inaccettabili strumenti di ghettizzazione sociale.
Per questo continueremo a discutere, lavorare e lottare per il diritto ad un’esistenza degna di questa comunità.

Roma, 22 Giugno 2009

Rom e Romnì di via di Centocelle
Blocchi Precari Metropolitani
Popica onlus