BLOCCARE GLI IMMINENTI SGOMBERI FORZATI A ROMA

I Centri d’accoglienza di via di Torre Morena e di via San Cipiriello a Roma sono sotto sgombero. Il primo dovrebbe avvenire il prossimo 29 giugno, il secondo il 25 giugno, a meno che gli ospiti del Centro non scelgano autonomamente, come auspicato dall’Assessorato alle Politiche Sociali di Roma, di “lasciare liberi da cose e persone gli spazi assegnati”. Ma per andare dove? La lettera inviata il primo giugno 2015 agli ospiti dei due Centri (che abbiamo il sentore non saranno gli unici a ricevere avvisi del genere) non lo dice. O meglio, lo lascia intendere: per strada, a creare nuove baraccopoli, dalle quali gli stessi abitanti dei Centri si erano già autonomamente riscattati.
Popica Onlus sceglie per il momento di esimersi dall’esprimere la propria opinione politica su quest’ennesima imminente violazione dei Diritti Umani, nella quale si potrebbero pur ravvisare elementi di demagogica propaganda in stile Salvini e punti di contatto con quanto trapela dall’inchiesta di Mafia Capitale. Rende noto al contempo che non consentirà passivamente che intere famiglie vengano gettate per strada senza alcuna soluzione abitativa alternativa dignitosa. Per questa ragione fa presente che sono già state attivate tutte le reti costruite negli anni, scuole, territori, movimenti, comunità, parrocchie e associazioni nazionali ed internazionali, perché questo, che è a tutti gli effetti uno sgombero forzato, venga impedito.

POPICA ONLUS