Campo estivo in Romania 2009

Nella prima metà di Agosto, in collaborazione con l’Associazione Stea di Satu Mare, con cui lavoriamo insieme all’Associazione francese SER per la realizzazione del Progetto StradAlternativa da Aprile di quest’anno, si è svolto il campo di lavoro a cui hanno partecipato i volontari di Popica Onlus.
I nostri volontari hanno affiancato gli operatori ed i volontari di Stea nelle attività quotidiane svolte all’interno del Saint Louis de Gonzague, la struttura portante del progetto, che ospita il centro diurno e l’appartamento sociale.
All’interno del centro diurno, concepito come una tappa intermedia fra le “non-regole” della strada e l’appartamento sociale, i volontari hanno lavorato quotidianamente, dal lunedì al venerdì, con un gruppo di circa 20-25 ragazzi di strada di età compresa fra i 16 ed i 28 anni, coinvolgendoli in attività di animazione e di socializzazione di vario tipo, quali ad esempio: giochi di gruppo, palla prigioniera, ping pong, giochi da tavola, scacchi, giochi con le carte.
Il lavoro giornaliero al centro e le uscite formative in strada, svolte insieme ad un operatore di Stea, hanno permesso ai volontari di comprendere giorno per giorno le difficoltà, i disagi e le caratteristiche più ricorrenti della vita in strada e di conoscere e legarsi alle singole storie dei ragazzi con cui hanno lavorato costantemente.
Durante il secondo fine settimana del campo, si è deciso di partire per un campeggio di due giorni con un gruppo di sei ragazzi con cui Stea lavora costantemente durante l’anno.
Il campeggio estivo è stato realizzato nella località di Acaş, all’interno del distretto di Satu Mare).
I volontari hanno svolto con i ragazzi attività di animazione, gioco e socializzazione di varia natura, quali: nuoto, giochi in acqua, calcio, giochi con le carte, momenti serali di aggregazione attorno al fuoco.
Ai ragazzi, a cui è stato vietato il consumo di alcool e droghe, è stato assicurato tutto il necessario per il campeggio, coinvolgendoli fianco a fianco con gli animatori nel montaggio delle tende, nella preparazione dei pasti, nelle attività necessarie a tenere l’ambiente pulito ed ordinato e nel mantenimento di un buono stato di igiene personale.
Il campeggio costituisce un momento in cui è possibile lavorare a stretto contatto con i ragazzi per aiutarli a staccarsi dalle varie difficoltà che vivono quotidianamente e, anche se solo per pochi giorni, a vivere in un contesto comunitario attraverso il gioco e il divertimento.
Le attività estive dei volontari di Popica Onlus si inseriscono nel quadro più ampio e organico delle attività ed azioni previste nell’ambito del Progetto StradAlternativa e realizzate dall’equipe degli operatori di Stea che lavora quotidianamente sul territorio di Satu Mare durante l’anno.

Alessandra Furnari
Responsabile del Progetto StradAlternativa per POPICA ONLUS