Comunicato Stampa Sgomberi di Pasqua

QUASI TUTTI GLI SGOMBERATI, UOMINI, DONNE E CIRCA 100 BAMBINI, ERANO GIA’ STATI MANDATI VIA DA ALTRE SOLUZIONI ABITATIVE PRECARIE. LE RISPOSTE ALL’EMERGENZA ABITATIVA DI ROMA DEL SINDACO ALEMANNO E LA SUA GIUNTA CONTINUANO AD ESSERE IMPRONTATE SULLO SGOMBERO SENZA PROSPETTIVE. LA CAPITALE D’ITALIA CONTINUA A SPOSTARE I PROBLEMI E LE PERSONE, CHE DI CONSEGUENZA ISTITUISCONO NUOVI INSEDIAMENTI ALLOGIATIVI, FINO AL PROSSIMO SGOMBERO.

QUESTA SITUAZIONE STA GRAVEMENTE INCIDENDO SULLA CONVIVENZA TRA CITTADINANZA E ROM, INDICATI COME RESPONSABILI DI UNA POVERTA’ DECISA PERO’ DA ALTRI. I ROM SGOMBERATI FINIRANNO IN ALTRE PERIFERIE ROMANE, ALLA RICERCA DI UN POSTO PER SOPRAVVIVERE ALLA LORO DRAMMATICA SITUAZIONE. NESSUNO DI QUESTI 200 ROM HA ACCETTATO DI DIVIDERE LE FAMIGLIE, COME PROPOSTO DAL COMUNE DI ROMA, CHE INDICAVA L’ASSISTENZA PUBBLICA SOLO PER LE DONNE CON FIGLI. NELLA CAPITALE DEL CATTOLICESIMO, LA CUI AMMINISTRAZIONE SI E’ DOTATA DI UN ASSESSORATO ALLA FAMIGLIA PER TUTELARNE L’UNITA’ E I DIRITTI, LA FAMIGLIA ROM VIENE SGOMBERATA E DIVISA.

COME ASSOCIAZIONI ROMANE ANTIRAZZISTE CHIEDIAMO CHE SIANO IMMEDIATAMENTE SOSPESI GLI SGOMBERI E CHE NESSUNO POSSA ESSERE CACCIATO SENZA SOLUZIONI ALTERNATIVE. IL PIANO ROM DEL COMUNE DI ROMA E’ FALLITO, PRODUCENDO NOTEVOLI DISAGI ALLA POPOLAZIONE. AUSPICHIAMO LA MESSA IN CAMPO DI UNA PROPOSTA PER CUI I ROM NON SIANO SOLAMENTE E MOMENTANEAMENTE ALLONTANATI.

SPERIAMO CHE NON SIA NECESSARIO UN ALTRO DRAMMATICO INCENDIO PER AVVIARE UN CONFRONTO SERIO E REALE RISPETTO ALLA SITUAZIONE DEI ROM A ROMA

 

 

CLAUDIO GRAZIANO 3939465522