Dal campionato alla coppa!‏

Dopo il glorioso 6° posto su 14 squadre di tutta Roma e i 27 punti faticosamente conquistati sui campi da gioco, il Metropoliz riscende in campo per partecipare ad una coppa, ancora una volta rivolta ad associazioni sportive e realtà di base che non cerchino la competizione esasperata nello sport.
3 gironi da 4 squadre, le prime disputeranno un triangolare di finali. Domenica 20 maggio 2012 c’è stato l’esordio in trasferta, sull’impianto del Cristo Re, a pochi passi dallo stadio Olimpico. Vista la finale di Coppa Italia della sera tra Juve e Napoli, tutte le strade limitrofe sono chiuse al traffico fin dalla mattina. Siamo dunque costretti a camminare per non so quanti chilometri tra blindati delle forze dell’ordine ed elicotteri che volteggiano. Il tempo per cambiarsi, scaldarsi e prepararsi psicologicamente alla partita è poco.
Si parte con un nuovo tesserato nelle file del Metropoliz, Zaccaria. L’origine o non origine rom conta meno del 2 di picche all’interno del team della città meticcia.
Per i ragazzini delle occupazioni abitative, dei centri di accoglienza, delle ex baraccopoli, è il momento di ripartire con una nuova avventura calcistica. Confermato il trio Christian, Lorenzo e Silvia in panchina. Si riparte dopo il ricordo di Auro Bruni il giorno prima, nell’anniversario della sua uccisione. I ragazzini lo hanno fatto disputando un’amichevole con gli Ercolini Blu al Corto Circuito. Stessa cosa per Christian e Lorenzo, impegnati in un mini torneo nelle file della squadra del Corto.
Cristo Re – Metropoliz 9-7: sul 4-3 prendiamo 4 gol in pochi minuti, piombando nell’8-3. La solita deconcentrazione. Marius non è lo stesso visto il giorno prima al Corto. Le cose più belle le crea il trio Zaccaria, Florin e Davidino nel 2° tempo, spettacolo. Si chiude sul 9-7. Se invece dei 2 pali colpiti il pallone fosse entrato …
Ma troppe ingenuità in fase difensiva, nonostante le oneste prestazioni di Giovanni e Andrei. C’è ancora molto da lavorare.
Ribarte subito il bomber Nicu con 5 gol, nonostante una mattinata con crema e ghiaccio sul piede gonfio. Non si è accontato dei 41 gol realizzati in campionato. Le altre 2 segnature di Nicolae e Florin.
Il prossimo impegno è in casa con la Pisana.