E se Gesu` nascesse oggi?

volantino-20-12web_def

Niente porporina, lucine, festoni, mangiatoie d’oro e stelle di cartone.
Oggi Popica Onlus non propone il solito Presepe ma tenta di dare, a modo suo, un’interpretazione moderna di un messaggio antico, chiedendosi come sarebbe la nascita di Gesù oggi.
Se duemila anni fa gli ultimi erano relegati in una stalla di pastori e i bimbi invisibili potevano essere accolti in una vasca per mangimi di animali, oggi vediamo la sacra famiglia in una baracchina di un campo rom.
L’invisibilità è circondata dallo sfarzo di uno stato-regno in cui un attuale Erode sgombera ripetutamente Gesù bambino esiliandolo in un Egitto di nomadismo forzato.
Come duemila anni fa lo stato-regno è difeso dall’obbedienza di un esercito, fedele esecutore, che oggi è accompagnato e sostenuto da alcune divise presunte umanitarie.
In un mondo in cui i diritti sono inspiegabilmente e barbaramente diventati privilegi, i preziosi doni degli antichi Magi diventano il Diritto alla dignità, il Diritto alla Cultura e il Diritto alla Casa. Ecco dunque portare alla baracchina vestiti, libri e mattoni da coloro che si accorgono dell’invisibilità della baracchina guidati non da una stella di cartoncino dipinta d’oro ma da ideali di Equità e Giustizia. La stessa guida che muove i ragazzi e le ragazze di movimenti e associazioni, moderni “pastori” che si raccolgono intorno alla baracchina.
Venite, dunque, a salutare questo nuovo Gesù bambino, oggi qui rappresentato e tutti i giorni visibile e reale sulle vostre strade, ai vostri semafori, che vi saluta, che vi chiede una moneta, che va a scuola, che fruga nei cassonetti, che è vestito con poco ma che è accanto a voi.

Lunedì 20 dicembre, dalle 18, via del Corso 320.

All’interno della mostra fotografica dell’Associazione 21 luglio “Non sgomberate i miei diritti”