Gita al mare martedì 12 luglio 2011

L’anno scolastico 2011/12 si è chiuso positivamente per il progetto Unità di strada di Popica Onlus, attivo dal novembre del 2008. I ragazzini coinvolti proseguono in modo soddisfacente il percorso intrapreso. Anche questa volta si è creduto di organizzare una giornata di svago, coinvolgendo attivamente i genitori, nell’ottica dell’autodeterminazione e dell'”autoaiuto” delle comunità di romnì e rom intercettate sul territorio romano.
Gli operatori sociali hanno accompagnato al mare i bambini i cui genitori fossero impossibilitati a fare altrettanto, per motivi di lavoro o altro. Per il resto si è lavorato a far sì che le famiglie si spostassero autonomamente, indicando quali mezzi pubblici prendere e in quale spiaggia poter accedere. Ai 12 ragazzini portati dall’equipe del progetto si sono così aggiunte una ventina di persone, accompagnate nel tragitto da due operatrici, con l’intento di favorirne la possibilità di tornare in modo del tutto indipendente.
In un giorno in cui Roma era immersa nella cappa dei suoi oltre 40°, i bambini hanno sguazzato nell’acqua, spesso con gli occhi di chi per la prima volta nella vita ha visto tale immensa distesa. “Ho paura, è troppo grande” sono stati alcuni commenti dalla macchina appena è comparso il mare. Per altri era la seconda volta, dopo l’esperienza con Popica dello scorso anno.
Arrivato il momento di tornare, nessuno avrebbe voluto muoversi. Resta pertanto la soddisfazione per un’altra giornata da ricordare, fatta di scambio e condivisione, nonchè ulteriore presa di coscienza nella strada verso l’emancipazione sociale.
Christian Picucci – Unità di strada*

* Il progetto Unità di strada si propone di intercettare i bisogni presenti tra gli abitanti degli insediamenti di rom a Roma, fornendo strumenti per il superamento delle condizioni di disagio ed esclusione sociale. Tra gli interventi un ruolo centrale riveste l’accesso alla scuola dei bambini ed il loro percorso formativo.